Elettrostimolazione Riabilitazione

Elettrostimolatore per la riabilitazione: a cosa serve?

Elettrostimolatore-per-riabilitazione-a-cosa-serve

L'uso dell'elettrostimolazione nella riabilitazione è stato un importante passo avanti nel recupero delle lesioni sia sportive e di altre origini. Dal suo ingresso in ambito fisioterapico, sono stati fatti numerosi passi avanti in termini tecnologici e di efficacia: oggi l'uso di dispositivi completi può essere di grande aiuto per atleti di tutti i livelli professionisti e non.

 

Allenamento con elettrostimolazione: clicca qui e scarica gratuitamente la  guida e i tutorial video per professionisti e non!

 

Elettrostimolazione per la riabilitazione: usi e benefici

L'elettrostimolazione per alleviare il dolore

Uno degli usi principali dell'elettrostimolazione nella riabilitazione è minimizzare ed alleviare il dolore. Ci sono programmi specifici per questo scopo, è anche possibile determinare la programmazione su misura specifica caso per caso con gli elettrodi collegati alla zona muscolare corrispondente.

Questo uso analgesico permette al paziente di guadagnare in qualità di vita, migliorando il suo benessere e gli permette di svolgere attività che il dolore gli ha impedito di svolgere. Tra queste, ad esempio, troviamo alcuni esercizi fisioterapici adatti alla riabilitazione che, altrimenti, sarebbero troppo dolorosi da eseguire. 

L'elettrostimolazione per alleviare il dolore può essere applicata - a seconda del tipo di lesione o problema - in una zona molto specifica o in vaste aree del corpo. L'uso varierà di caso in caso. 

Stimolazione dei muscoli paralizzati e prevenzione dell'atrofia muscolare

La stimolazione per i muscoli paralizzati è uno degli usi più rilevanti di elettrostimolazione nella riabilitazione. L'uso corretto del dispositivo elettrostimolatore permette, inoltre, sia la prevenzione che il trattamento dell'atrofia muscolare.

Quando un infortunio impedisce il movimento, i muscoli coinvolti in questa lesione non vengono utilizzati: questo aumenta il rischio di atrofia. Per evitare il problema, gli elettrostimolatori eseguono la stimolazione corretta di muscoli paralizzati o inutilizzati: in questo modo li si va a riattivare senza necessità di movimento attivo da parte del paziente.

Tutto questo permette di:

  • Evitare danni più gravi. Cioè, si evita di aggiungere alle lesioni dei danni dovuti all'atrofizzazione dei muscoli e il concatenamento dei problemi ad altre aree della muscolatura.
  • Accorciare il tempo di recupero del paziente. Questo è essenziale per migliorare il benessere del paziente in tempi ridotti.
  • Evitare problemi derivanti da cattive posture che il paziente può prendere per evitare il dolore nella zona lesa. Ciò può impedire la comparsa di altre lesioni incatenate e migliorare la qualità di vita.

Elettrostimolazione localizzata in riabilitazione

Permette ai muscoli specifici di lavorare per limitare la perdita di massa muscolare e, anzi, per contribuire a ripristinare la massa e il volume. Il tutto senza andare a sforzare muscoli già danneggiati che richiedono riposo e tempo di recupero.

Aumento della forza muscolare e della stabilità

Un'altra utilità dell'elettrostimolazione nella riabilitazione sta nel miglioramento della forza e della stabilità muscolare. Ciò è essenziale per mantenere uno stile di vita attivo e sano.

Un'applicazione adeguata dello stimolo elettrico permette di allenare correttamente i muscoli. Ma con il grande vantaggio di ridurre il tempo di ripresa dei muscoli post-infortunio.

Fare questo lavoro senza l'uso di un elettrostimolatore è un processo molto più lento, richiede sessioni di lavoro più lunghe e costose per il paziente. Questo è il motivo per cui è una delle principali applicazioni di elettrostimolazione nella riabilitazione.

Potenziamento muscolare

Lavorare in un tempo relativamente ridotto sul potenziamento muscolare è un altro dei principali vantaggi del elettrostimolazione nella riabilitazione. Anche se ogni caso viene rivisto in modo personalizzato, questo è di solito il passo finale di un processo di riabilitazione dopo un infortunio o un incidente.

Il motivo principale per includere il potenziamento muscolare in un processo rieducativo è quello di fornire al paziente una maggiore forza fisica e il recupero della massa muscolare corretta. Questo permetterà di migliorare il benessere del paziente e minimizzare il rischio di ulteriori infortuni.

Nel caso degli atleti, questo potenziamento muscolare è la chiave per tornare allo stato di forma fisica prima dell'infortunio.

Correzione degli squilibri muscolari

Un uso molto rilevante e frequente di elettrostimolazione nella riabilitazione è la correzione dello squilibrio tra i diversi gruppi muscolari. Questo squilibrio può essere tanto il risultato di una lesione come la causa di esso.

Correggere lo squilibrio tra i gruppi muscolari migliorando, sviluppando e rafforzando in modo specifico i muscoli più deboli è essenziale per il paziente. Raggiungere l'equilibrio ottimale del muscolo aiuterà a migliorare la forma fisica e a ridurre il rischio di nuove lesioni.

Vedete, l'elettrostimolazione nella riabilitazione ha molte applicazioni ed è fondamentale per aiutare il recupero del paziente, favorire il suo benessere e migliorarne la qualità della vita. 

 

Nueva llamada a la acción