contraindicaciones de la electroestimulación electroestimulación Elettrostimolazione

Possibili controindicazioni dell'elettrostimolazione

i-motion_blog_Contraindicaciones_de_la_electroestimulacion

Nel caso in cui si desideri fare un’allenamento con EMS globale, è molto conveniente fare una visita medica prima. Questo test ha lo scopo di escludere possibili controindicazioni che potrebbero verificarsi.

Queste controindicazioni possono verificarsi a causa dell'esistenza di precedenti malattie nell'utente. Le malattie con le quali la pratica dell'elettrostimolazione è controindicata possono essere, ad esempio, alcuni casi di:

  • Malattie metaboliche
  • Malattie autoimmuni
  • Malattie cardiovascolari
  • Malattie respiratorie
  • L'uso di farmaci o integratori alimentari
  • Dipendenze
  • Persone con più di 50 anni

Vale a dire, che è necessario dedicare un tempo in cui fare un'intervista al cliente interessato a fare un allenamento di elettrostimolazione. Questa intervista sarà dedicata a fare un'anamnesi. In questa anamnesi il cliente ci darà informazioni sulle possibili malattie. Anche l'evoluzione di loro nel tempo e il loro attuale stato di salute.

Oltre a mantenere queste informazioni menzionate durante il periodo in cui il cliente partecipa all'addestramento all'elettrostimolazione, è necessario aggiornarlo regolarmente.

 

Malattie controindicate nell'esecuzione dell'elettrostimolazione

Tra le malattie con le quali non è possibile eseguire l’allenamento EMS o con la quale è necessaria un'autorizzazione preventiva dal medico, ci sono le seguenti:

 

Impianti elettrici

I pacemaker attuali possono difficilmente avere un fallimento nel caso dell'allenamento con l’elettrostimolazione. Tuttavia, i guasti non dovrebbero essere esclusi nel caso di impianti elettrici. In ogni caso, è consigliabile consultare un medico specialista. Nel caso in cui il pacemaker abbia una funzione di defibrillazione, la controindicazione è assoluta.

 

Gravidanza

La tensione muscolare che l’EMS produce nell'addome, nelle anche e nel pavimento pelvico è pericolosa per il feto. Anche le cinture strette e il calore generato durante l'allenamento sono pericolosi.

Inoltre, il sangue nell'allenamento va alle estremità, quindi c'è un insufficiente apporto di sangue nella zona addominale.

Con tutto questo c'è il rischio di aborto spontaneo.

 

Malattie gravi, infezioni batteriche o processi infiammatori

Se la persona è febbrile, qualsiasi pratica sportiva è vietata. Esiste il pericolo che i patogeni raggiungano il cuore causando miocardite, endocardite o grave cardiopatia.

 

Lesioni cutanee aperte ed eczema

Nelle ferite aperte, così come nelle altre aree colpite, è necessario mettere una medicazione sterile. C'è il pericolo che i batteri vengano trasmessi attraverso la patch dell'elettrodo.

 

Scottature e ustioni in generale

L'elettrostimolazione su aree con scottature solari o altri tipi di ustioni produce infiammazione e sensazione dolorosa.

 

Intolleranze alla pelle

In caso di intolleranze cutanee come allergie e irritazioni della pelle, arrossamento della pelle e formazione di pustole, bisogna agire con cautela. Si consiglia di consultare un medico prima che la pelle entri in contatto con gli elettrodi.

 

Operazioni recenti

Dovresti consultare il chirurgo. Il tempo di recupero necessario può dipendere dalla dimensione della ferita, che può variare da 6 a 8 settimane.

 

Trombosi, tromboflebite

In questi casi l'elettrostimolazione può far staccare un grumo. Questo coagulo può attraversare il sangue fino al cuore o ai polmoni con il pericolo di morte.

 

Stent attivo meno di sei mesi

Lo stent deve essere perfettamente integrato, per il quale sarà necessario un periodo di almeno sei mesi prima di riavviare o iniziare l'allenamento.

 

Arteriosclerosi, disturbi circolatori arteriosi

In questi casi, l'allenamento con elettrostimolazione è controindicato. Ciò è dovuto alle elevate tensioni muscolari che si sarebbero verificate.

 

Ipertensione arteriosa non trattata

Se l'ipertensione non viene trattata, c'è il rischio che aumenti senza controllo durante l'esercizio. Tuttavia, se è controllata e medicata, non vi è alcun impedimento all'allenamento.

 

Aritmie cardiache

Non è consigliabile allenarsi con l’EMS con impulsi continui. È necessaria la consultazione preventiva con un medico.

 

Altre malattie cardiovascolari

Ci sono restrizioni di carico per questi casi. Si consiglia di consultare un medico.

 

Disturbi emorragici (emofilia)

In questa malattia c'è una deficienza nella coagulazione del sangue e in emorragie copiose. Pertanto, qualsiasi rottura di un vaso sanguigno può avere conseguenze letali. L'allenamento con EMS è scoraggiato.

 

Forme gravi di diabete mellito

Dovresti consultare un medico. Vi è il rischio di shock ipoglicemico dovuto a un calo del livello di glucosio nel sangue dopo un allenamento intensivo.

 

Cancro o malattie tumorali

C'è il rischio di peggioramento nel caso di tumori maligni. L'EMS può innescare l'aumento delle metastasi.

 

Artrite acuta

C'è il pericolo di surriscaldamento, aumentando l'aspetto di uno dei sintomi, poiché questa malattia si manifesta anche con il calore.

 

Malattie neurologiche ed epilessia

Dobbiamo rinunciare all’allenamento EMS in caso di gravi disturbi neurologici come la sclerosi multipla. Nel caso dell'epilessia, devi aver avuto 12 mesi senza attacchi prima di eseguire l'allenamento. Devi fare una consultazione preventiva con il medico.

 

Distrofia muscolare progressiva

L'allenamento con EMS può causare un'accelerazione della distrofia.

 

Ernie addominali o inguinali

La forte tensione nell'addome e nel pavimento pelvico può aggravare la condizione.

 

Mal di schiena senza diagnosi

Le cause devono essere note per fare un allenamento sicuro.

 

Malattie degli organi interni

Soprattutto le malattie dei reni possono essere problematiche. Questo perché i reni sono responsabili per il filtraggio e l'espulsione dei prodotti metabolici. Questi sono dati in maggiore presenza dopo l'esercizio.

Dobbiamo anche ricordare che è necessario consultare il medico in caso di ritenzione di liquidi, linfedema, varicosi o nel caso di assumere determinati farmaci.

 

Perché eseguire una cronologia prima dell'allenamento con elettrostimolazione

È necessario fare una buona anamnesi del cliente, non solo per escludere la possibile esistenza di controindicazioni, ma per avere altre importanti informazioni. Ad esempio, dobbiamo anche sapere del cliente:

  • la pressione del sangue
  • il polso a riposo
  • la loro attività sedentaria nella vita quotidiana e nel lavoro
  • la sua storia sportiva
  • aspetti ortopedici
  • interventi chirurgici o lesioni precedenti

Tutto ciò ci aiuterà a strutturare correttamente l'allenamento, rendendolo completamente personalizzato.

 

 

Nueva llamada a la acción